martedì 28 agosto 2007

Papa Torsch XVI

'sto Papa me ricorda Torsch l'Alemanno, non per la parlata che fa tanto Paolo Villaggio nei panni del mitico personaggio in Brancaleone alle Crociate, ma perché, come Torsch, tiene sei fazze come uno dado.

"Meine Name ist Torsch XVI und tunzun kunzun funz!"

traduxion de Panigotto da Venegia, gran viagiator:

el g'ha dito che se ciama Torsch Sedicesimo e che la mesa g'ha de ser deta en latino e che a la Ciesa Catolica no ghe importa una madona se'l popolo non capixe un caxo, ansi, mejo, che tanto no gh'è da capir un'ostia perché xe domila ani che i conta la stesa fola e se no te g'ha capio a st'ora vole dir che ti xe un mona.

- tante cose ha diciuto?
- beh, eco, mi g'ho riasunto.

3 commenti:

Riccardo ha detto...

E basta!
Son dieci minuti che rileggo e rido, rileggo e rido.
E il PIL? Eh? E il PIL?

Ciao Torq l'Alemanno

Ziby

Archimede ha detto...

Sottoscrivo!

Ma io so che c'è lo zampino di un manager patavino dallo stipendio di giada...

Te possino, m'hai fatto sbraca'!

Torquemada ha detto...

Ma quale maneggione patavino, dopo quello iniziava a fare domande e a cavillare che lui era di Padova e Panigotto invece Veneziano, non gli ho sottoposto nulla, ho scritto in veneziano-vicentino-roverbellese, perché la mi' nonna abitava vicino al confine veronese.

Aho', chettedevodì, verrò censurato dalla filiale lagunare dell'Accademia della Crusca...

Google