venerdì 28 dicembre 2007

Primus inter Paris

Alè, tutto (quasi) in beneficenza!

Oh, ma non poteva destinarmi almeno lo 0,1% della sua fortuna già che c'era?
Sempre di beneficenza si trattava!

Interrompiamo le festività natalizie per...

...segnalare la nascita del primogenito della Sederova, con la partecipazione straordineria di Gigi Buffon.

E come si chiamerà 'sto bel pupo?

Jiři?
Pavel?
Tomaš?
Zdeněk?

No!

Luigi?
Tommaso
Gigi
E la cremeria?

Ma no!

Alberico?
Pasqualantonio?
Giangiuseppe?
Antonluca?

Nooooo!

LOUIS THOMAS BUFFON (con la acca, mi raccomando, magari tra la emme e la a).

Non so, non suona male ma forse manca qualcosa...

LOUIS THOMAS NICODEMUS BUFFON.

LOUIS ARMSTRONG SAINT THOMAS VIVA LA JUVENTUS BUFFON.

Ecco, direi che ci siamo, magari tenetelo presente per il prossimo.
E complimentoni per la finesse.

domenica 23 dicembre 2007

Quattro ragazze per me posson bastare

Si può dire di tutto ma non che al Banana difetti un certo gusto, in fatto di signorine.
La domanda vera a questo punto è: ma avrà esercitato lo ius primae noctis (o magari anche secundae o tertiae, non stiamo a sottilizzare...) oppure il suo è amore platonico?

No perché dopo il comizio a Cinecittà con la battutona sul rischio di scottarsi il pisello, viene effettivamente da chiederselo.

Che magnifico Paese.

sabato 22 dicembre 2007

Le mirabolanti avventure del Contino Serbelloni Mazzanti Campo Viendall'Orto

Non so se a voi sia mai venuta la tentazione di fare l'amministratore delegato, ma se non avete almeno 2 cognomi, la cravatta alla moda e la straordinaria capacità di dire baggianate rimanendo assolutamente seri, beh, sappiate che avete davanti un futuro decisamente in salita.

Per avere un saggio di queste capacità, gustatevi l'intervista al simpatico direttore di LA7 e quantaltro.

Vale la pena commentare alcune frasi "topiche".
"Nessuna paura. La mia storia personale dimostra il contrario: Lerner, Crozza, la Bignardi, Ferrara. Personaggi diversissimi tra loro, spesso in contrasto, ma legati da un patto: totale libertà e senso di responsabilità."

Vale la pena ricordare allo smemorato Dall'Orto che Gad Lerner resistette ben 2 puntate in compagnia di Giullare Ferrara, dopo di che, evidentemente per non offendere il pubblico, preferì cedere il posto alla Armeni, la quale, altrettanto evidentemente, non ha nessun problema a sopportare l'ingombrante collega, basta che arrivi lo stipendio.

"Nella vicenda Ferrara ho visto solo un attacco personale, un insulto gratuito."

Io invece non ho visto nessun insulto, credevo fosse una constatazione.
A Giullare Ferrara piace bombardare le gente con le sue stronzate e in più gli piace esportare la democrazia con i B52 e ne va fiero e non perde occasione di dirlo. Ma forse lei era troppo impegnato con il consiglio d'amministrazione per accorgersene.

"Una piccola parte meno dialettica ha protestato per la chiusura di Luttazzi. La stragrande maggioranza magari ha espresso dubbi ma ha compreso e condiviso il contesto."

Dall'Orto e nun t'allargà, una parte meno dialettica... mi scusi ma mi tocca citare nuovamente nello spazio di pochi giorni il famoso impiegato Aci di verdoniana memoria.

Ma pensa alla salute, va.

venerdì 21 dicembre 2007

Il Guardacavilli

Che Sor Clemente fosse personaggio più incline a guardare il dito che la luna, era cosa nota fin dagli anni '80.

Non stupiamoci quindi se di fronte al noto episodio di leccaculismo e vassallaggio, egli si concentri giustamente su quegli aspetti che stanno molto a cuore alla casta e di cui non frega un emerito cazzo a quel 3-4% di italiani onesti rimasti.

Alleluja, meno male che almeno ha una certa coerenza.

E Bertinotti direte voi?
Bertichi?

giovedì 20 dicembre 2007

Servizio pubico

Oggi il TG1 ha fatto il famoso panino.

Trattasi di quella particolare tecnica il cui obiettivo è dare la minima visibilità ad una notizia senza fare la figura dei peracottari, specialità tradizionale di RAI Uno fin dal secolo scorso.

Hanno pensato bene di infilare la notiziola dell'intercettazione bananifera tra due corposi servizi di imprescindibile importanza, il primo manco ricorda cazzo fosse, forse Sarkozy in visita a Papa Torsch o forse il donnicidio de Meredith e il secondo un altro efferato delitto consumato nel 2007, il tutto per una durata che non ha superato i 20 secondi, a bassa voce e con frequenti colpi di tosse.

Approposito de ladri, fra 'n po' è già ora de pagà er pizzo ai picciotti da RAI...

A' Gianni Piotta e si te famo lo scherzo e nun pagamo?

Tele Bananas

"Presidente, lei è la persona più civile, più corretta...."

Mo va a caghér!
E adesso aspettiamo il serafico Bonaiuti a dirci che in realtà al telefono non c'era il Banana ma un bieco cumunista travestito.


mercoledì 19 dicembre 2007

Voleva un gatto nero...

...sì, ma a nove code!

La mazurka del Berluscone, della strip-blogger e del fico Fioroni

Gran giornata oggi contrassegnata dalle rutilanti affermazioni del Banana, una vera novità:
"mi dicono che il governo cadrà a gennaio!".
Peccato che non gli abbiano detto di quale anno.
E uno così l'avete perfino fatto diventare Presidente del Consiglio.
L'unica scusante è che stiamo in Italia.

Mentre attendiamo spasmodicamente la caduta del governo, godiamoci gli autoscatti pecorecci di Silvia.
E chiccazzè Silvia?!?
Questa, in arte strip-blogger.
Chissà se il pagamento è in natura o più venialmente con Paypal.

E infine la vera notiziona del giorno.
Da uno studio OCSE pare che il 60% degli alunni non sappia perchè viene la notte.
Asini, viene notte perché il sole gira intorno alla terra, come dice sempre Papa Torsch!
Dietro la lavagna a recitare 4 ave marie e 3 pater noster, vergogna.

E spegnete 'ste cazzo de luci da discoteca che me state a confonne er pupo!

Profezie

martedì 18 dicembre 2007

Giù le mano dalla archi-tetta

Insomma, tra un tecnigrafo e una squadra, tra un semestre ed un esame, l'intraprendente e procace studentessa arrotonda le entrate e ed espone le future archi-tette.

E senza correre rischi di rimanere incinta.
Geniale!

Certo, non vorrei essere quello che ripara le tastiere dei suoi clienti...

A Natale siamo tutte più bone

Il culendario delle coattone nostrane avevo pensato di risparmiarvelo ma dopo aver visionato quello delle babione natale ci ho ripensato.

E se a Repubblica, anziché dormire, ci dan dentro con lo scanner, forse vi rifilo pure il terzo.

:-P

Il bisunto del Signore



Ma mi spiegate due-cose-due?

Cosa c'entra il Banana con i pensionati (età a parte...)?
Ma perché ultimamente va sempre in giro in camicia nera che tra l'altro sembra la controfigura di De Niro quando faceva Al Capone?

"Pensionattttiiiii, di cieeloooo, di terraaaaa, di mareeee... Fortza Italllia, ehia ehia alalà!"

La pagina della incultura

Inauguro questa nuova galleria riservata ai V.I.P.P.P.S. ma mi trovo di fronte ad un dubbio amletico: a chi vogliamo concedere l'onore di tagliare il nastro?
Alla debordante Pamelona, i cui matrimoni durano meno dei suoi orgasmi o al ex Re del pop, qui ritratto in forma smagliante?

E non fate decidere tutto a me come sempre, per Dio!

venerdì 14 dicembre 2007

giovedì 13 dicembre 2007

Bamboccioni alla crema

Pare che un gruppo di bamboccioni abbia assaltato la sede del Partito Democrispostcomunista a colpi di bomboloni alla crema.

Pur trovandomi perfettamente d'accordo sul gusto del bombolone, non condivido né le motivazioni dell'insano gesto, né la prassi esecutiva che ha causato un'inutile strage di succulenti krapfen.

Con quel che costano i bomboloni, questa azione dev'essere opera o di qualche figlio di papà o di qualche pasticciere con tendenze bertinottiane. 

L'on. Caruso è da escludere a priori come mandante perché lui i bomboloni se li sarebbe magnati tutti prima di arrivare sul posto.

Topa al volante, pericolo costante

E questo po' po' di figliola me la mettono nella sezione trash...

Vergogna!

mercoledì 12 dicembre 2007

Telefonino azzurro

Pare che qualche demente di genitore mandi il figlio all'asilo col cellulare.
Il governo pensa ad un piano antibullismo.
Io più modestamente penserei a prendere a calci in culo il genitore.

Mai più senza

Voi non lo sapete ma oggi il TG2 ha presentato un servizio di ben 5 minuti su questi insostituibili oggetti di culto.

Fatevene una ragione insomma.

Mona Lisa

aho', appena mi sono lamentato della mancanza di nuovi culendari, zacchete!

Bella questa topa, dev'essere vicentina, se ciama "Mona".

L'orologggio s'è fermato a Empoli

Sono già tornato da un mese dalle ferie e:


Scusate, ve posso fa na domanna facile-facile?
Ma stamo ner 2007 o ner 1997?

martedì 11 dicembre 2007

Basta con tutti questi culi e queste tette, non se ne può più!

Ci siete cascati, eh?

Ma possibile che crediate a tutto quello che dico?
Bamboccioni! (cit.)

Toh va, beccatevi l'ennesimo culendario di coattone, ben vi sta, così imparate a correre subito a sbirciare dalla serratura.

sabato 8 dicembre 2007

E al ventesimo della ripresa venivo espulso Luttazzi

L'attaccante Luttazzi si è fatto espellere da La7.
Verso il ventesimo della ripresa televisiva, mentre stava entrando pericolosamente nell'area dei commenti ironici sulla guerra in Iraq, commetteva di slancio un fallo volontario entrando a gamba tesa su Giullare Ferrara, uomo di peso della squadra avversaria notoriamente prezzolato dal Banana per dire con faccia grave qualunque fesseria gli passi per la testa, basta che sia a favore di Bushino o del Papa.  
L'arbitro severo ma parziale estraeva quindi il cartellino rosso e indicava lo spogliatoio a Luttazzi, non nuovo a questo tipo di gioco "maschio".
La partita riprendeva senza grandi emozioni, con il solito Giullare Ferrara a fare la figura della mezza sega, la Armeni a guardare l'orologio e i vari Tg de La7 autocelebrativi su come sono alternativi loro rispetto a Rai e Mediaset.
Stadio semivuoto, nessuno spettatore pagante, cielo nuvoloso senza che giove pluvio ponesse in essere la sua passeggera minaccia (cit.).

Regà, se questa è l'informazzzzione alternativa, mejo che se suicidamo.

venerdì 7 dicembre 2007

Il penultimatum di Sor Clemente

Ma questo individuo qui, sa solo minacciare crisi di governo?

Ma dico io, non potrebbe minacciare di fare qualcosa d'altro, qualcosa di nuovo, qualcosa di mai sentito prima, qualcosa di veramente apocalittico (per lui), che so, di andare a lavorare?

Quelli che il calcio... gli vorrebbe dato sui maroni


Gnockland über alles

Non potevano mancare le compaesane di Papa Torsch nella odierna rassegna di gnocca da esposizione.

Man spricht Deutsch (se può servire...).

PS: oh, sta diventando un problema mantenere il ritmo delle edizioni di culendari su Repubblica...

Topa. E sei subito Alphista.

Chissà perché questo stuzzicante culendario mi fa venire in mente il terrificante slogan dell'Alfa Romeo dei primi anni '80...

giovedì 6 dicembre 2007

Immobilizzate quell'immobiliarista!

Prima era incompatibile col carcere, adesso anche con l'ospedale.

Uno con una pettinatura così è compatibile solo con il regime carcerario di Montecitorio...

C'è Camilla e Camilla...

Non avrà due cognomi, non sarà principessa del Galles, maaaa.... 


Vabbè, se proprio insiste mi tengo la prima.

Sanbitter? No, un san Bettino, grazie.

Se cercate il Golgota, non sta a Gerusalemme, ma ad Hammamet.

Particolarmente toccante la lettera di ringraziamento di Silvio Banana I.

Meno male che almeno questo non resuscita.

mercoledì 5 dicembre 2007

Fatti non foste a viver come preti

Chissà che megarisarcimento toccherebbe al giorno d'oggi alla Madonna...

La nuova classe operaia

...e poi dicono degli incidenti sul lavoro, per forza, con delle operaie così c'è da farsi del male per forza...

Non dico le mutande, ma almeno si mettessero il casco.

martedì 4 dicembre 2007

Soccorso al-pino o per meglio dire alla-gnocca

E chissenefrega?

Alcune notizie in ordine sparso delle quali non me ne può fregare di meno.

Le Spice Girls di nuovo insieme dopo 5 anni.
Se ne aspettavano altri 5000 era ancora meglio.

Domenech s'incazza coi giornalisti: mi fanno domande stupide.
Parafrasando il mio amico Oscar, "le domande non sono mai stupide, le risposte talvolta".

Il divorzio rovina l'ambiente. Si consuma fino al 61% in più.
Ricerca da candidare per i prossimi IGNobel. E comunque anche un marito o una moglie con un'ascia piantata in mezzo alla fronte non aiutano l'ambiente.

La chitarra elettrica si accorda da sola.
Che culo! Peccato che poi arrivi un cretino a suonarla nel 99,9% dei casi.

Scarica film con il cellulare di servizio: e viene scaricato dal comune di Vercelli!
Solidarietà al comune di Vercelli.

E Bossi, a proposito del partito del popolo delle banane, disse "Me ne frego!"
Senatur, questa è vecchia...

lunedì 3 dicembre 2007

L'uomo della Previdenza

Fa piacere sapere che mentre il governo vacillava sotto i fendenti del Lamberto furioso, la di lui moglie era in tribunale per dirimere una bazzecola da 40 miliardi.

Caro Dini, la previdenza non è mai abbastanza e lei dovrebbe saperlo!

Meno male che c'è l'indulto di fra' Mastella, va.

domenica 2 dicembre 2007

Se avanzo seguitemi, se indietreggio, anche

Nuova puntata del tormentone del partito del popolo della libertà delle banane:
Isso dixit:
"Le porte sono spalancate a tutti, purchè sappiano rinunciare alla vecchia politica politicante. Chi non verrà con noi finirà nell'isolamento."

Insomma, il Banana invoca il 41 bis per Fini e Casini...

O la 180?

Ma Casini ribatte: "non ci faremo annettere o intimidire da nessuno!"
Applausi scroscianti. Quindi ha dato del nessuno al Banana.

Poi, in un empito di generosità, esclama: "Berlusconi ammetta i suoi errori."

Conoscendo il tipo, m'immagino che risponderà con una domanda:

"QUALI ERRORI?!?"

Avanti, Marsch

Soccia che due...polmoni.

sabato 1 dicembre 2007

Per una cozza in più

Venticinque anni fa, per una dannata intossicazione da frutti di mare contratta nella mia Città del Messico, se ne andava il mitico Marty.

Chissà se prima di infornare l'ultimo fottuto mitile, ci fu un dialogo surreale come in Frankenstein JR:
"fermo padrone, potrebbe essere pericoloso! lo assaggi prima lei!"

Good bye Marty.

venerdì 30 novembre 2007

La seconda enciclica papale: in ossimoro veritas

Pare che il Papa abbia sfornato un'altra enciclica.
Ma dico io, ma 'sti papi, non c'hanno un cazzo d'altro da fa'?

- "la scienza non redime l'uomo"
- beh, manco la religggione guarisce dal cancro, eh?

- "ateismo è protesta contro Dio e le ingiustizie del mondo"
- no, veramente l'ateismo è la presa d'atto che Dio non ci può fare una mazza in quanto inesistente o assenteista.

- "la vittoria della ragione sulla irrazionalità è anche l'obiettivo della Fede cristiana"
- come no, pure l'obiettivo di Hamilton era di far vincere Raikkonen.

- "l'uomo ha bisogno di Dio, altrimenti resta privo di speranza".
- veramente io ho proprio la speranza opposta.

- "il purgatorio e l'inferno esistono sul serio!"
- meno male, allora esiste la concreta possibilità di incontrarsi un giorno, eminenza!

- "la questione della giustizia è l'argomento più forte in favore della fede nella vita eterna."
- aiuto, accorruomo! Qualcuno gli presenti Mastella, presto!

- "la situazione dell'uomo, nello squilibrio tra capacità materiale e mancanza di giudizio del cuore, diventa una minaccia per lui e per il creato"
- starà mica parlando del Banana?

Vabbe', pe leggela tutta ce vole la bombola d'ossiggggeno, ce vole.

Buon compleanno!

Pare che il Vernacoliere abbia compiuto 25 anni.

Curiosamente Repubblica lo definisce "un po' sboccato"!

Non male come definizione per chi pubblica almeno 3 culendari semipornografici al giorno (di cui mi vanto di dare SEMPRE ampia copertura, ma sia chiaro, solo ed unicamente per dovere di cronaca...)

Speriamo che quelli del Vernacoliere se ne accorgano e precisino:

"O' Zuccone, sboccata sarà la tu' nonna!"

:-D

Gli imperdibili (si parla di culendari, mica di Berlusconi)

Il cemento e l'ecstasi, come avrebbe detto Michelangelo...

L'oppio dei riminesi

Pare che a Rimini sieno molto credenti. 
Stamatina anfatti, leggendo n'autorevole giornalino locale, s'ampara che ben il 92% de riminesi autoctoni e d'importazzzzione abbia scelto motu proprio l'ora daa religgggione.

A discarica del riminese va però detto che a Rimini ce sta pure er mitings de Evasione e Libberazzzione, quella manifestazzzione de fiji de papà bois dove anvitano apparlà er Cardinale Andreotti tutti j'anni e poi je applaudono pure.

La faccenda dell'ora daa religggione è paradigmatica
E lassateme usà 'sti paroloni desueti, si nun li dico avvoi acchìcazzo je li devo dì, all'abbboriggeni fricani?

A parte che in tutti j'artri paesi ropei seri l'ora da religggione manco sanno cosa sia, ma lassamo perde, è propio er funzionamento ar contrario che produsce un misto de ilarità e de orchite cronica con complicazioni al dotto rettale.

Sì perché er silenzio-assenzo, dando assurdamente pe' scontato che vivemo in uno Stato Laico e non in uno Stato Laido, doverebbe funzionà all'opposto, cioè io Stato Laico, sittu nun me disci gnemte, dò pe' scontato che dell'ora daa religgggione nun te pò fregà de meno, essendo che la religggione nun c'entra un cazzo co' lo Stato e menchemeno co a' scola.

E invesce no, sittu nun je disci gnemte, loro fanno j'indiani de Texuiller ette fanno fà l'ora de religggione, cheppoi pe' la precisione so' 50 minuti scarzi, n'orina insomma.

Si nuoti bbene che l'ora di religggione incomincia già a 3 anni, alla scuola materna! 

E voi magari ve state pure acchiede come mai 'sto cazzo de paese è messo così.

A' riminesi, ma quanno ve date na svejata?

Cheppoi amme er mare de Rimini manco me piasce, amme me piasce a' Sardegggna.

Tiè!

giovedì 29 novembre 2007

Viva la foca, che Dio la benedoca

Toglietemi tutte, ma lasciatemi la numero 9.

O al limite la numero 3.

Oppure la numero 1.

:-D

Insomma, basta che non mi rifiliate la 5.

Il partito del buongoverno del popolo del casino delle libertà del libero stato di Bananas

Finalmente pare che ci siamo, il nome del nuovo partito sembra essere stato definito una volta per tutte, però c'è un problema, non entra in un foglio A0, figuriamoci in un simbolo da mettere su una scheda elettorale.

Non importa, perché il partito comunque sarà aperto a tutti i moderati, a tutti i liberali di buona volontà, a nani e ballerine, faccendieri e veline, maggiordomi e minushabens, basta insomma che non rompiate i coglioni al Grande Manovratore.

E Forza Taglia non si scioglie, sia chiaro, al massimo si squaglia (ci vuole la rima baciata eccheccazzo!), come la Bertolini quando la lasci troppo al sole.

Popolo delle libertà, sü alegher, il Messia sta arrivando!
Ah no, è il 604 delle sette e un quarto in ritardo.

martedì 27 novembre 2007

Africaniiii, di terraaa, di ciielooo, di mareeee....

Pare che in Svizzera stiano trasmettendo un simpatico video destinato agli aspiranti emigranti africani dove si racconta che la Svizzera non è quel paradiso che sembra.

La cosa bella è che hanno assolutamente ragione!

Capiamoci bene, dico che hanno ragione a dire che non è un paradiso, non a mandare in onda dei video del genere, cosa che tra l'altro implicitamente conferma che è un paese del menga.

Dovete infatti sapere che in certi cantoni non potete farvi la doccia o andare al cesso dopo le dieci di sera o per meglio dire, potete anche andare in bagno, ma guai a voi se tirate lo sciacquone, per cui hai voglia a grattare gli sciatini la mattina dopo...

E nemmeno stendere la biancheria DENTRO casa VOSTRA nei giorni non prescritti.

E non azzardatevi a buttare un pannolino nella spazzatura, se non volete che vi rintraccino interrogando il vicinato per sapere a chi appartenga la suddetta bomba batteriologica e vi appioppino una sonora multa.

Ora io lo so, voi pensate che io stia scherzando.

E invece no, è tutto assurdamente vero, certificato da un povero amico panamense che per sua somma sfiga vive vicino a Zurigo.

Insomma, africaniiii, di cielooooo, di terraaaa, ma soprattutto di mareeee, lasciate perdere la Svizzera, scegliete almeno un paese UMANO.

sabato 24 novembre 2007

Mai più senza

Per chi, e sono sicuramente tantissimi, non sapesse come cazzo impegnare il suo tempo in ufficio, ecco un fantastico articolo di cui, sono certo, non potrete più fare senza.

Ovviamente vince chi centra la scollatura della collega più bona.

Ragionier Filini, mi dii quel missile!

PS: E chissà perché va pensiero (...) a quel noto blogger, precocemente ritaratosi dalla blogosfera, che si dilettava a lanciare razzi veri...

martedì 20 novembre 2007

Fusse che fusse la volta bona...

Il Banana si smarca e fonda un nuovo partito:
il partito delle libertà del popolo della gente della padania della cosa della california.
Scusassero la citazione jacovittiana, ma un nome così del cazzo era difficile da pensare, ma lui c'è riuscito.
Ora, un italiano di buon senso di fronte ad un iniziativa tanto sgangherata verrebbe preso dai dubbi: che sia impazzito? impossibile era già fuori di testa prima.
Allora l'avrà fatto per liberarsi di Bondi? Improbabile, gli piace troppo la compagnia degli yes-men.

Insomma Cavaliere, si può sapere dove è andato a pescare un nome così ridicolo?

Non che me ne freghi qualcosa personalmente, solo per lasciare memoria negli annali di questo tragicomico evento.

lunedì 19 novembre 2007

Le Prodalische

Pur apprezzando la lodevole iniziativa delle simpatiche confinanti non riesco a capire perché il culendario sia stato messo nella sezione amatoriale anziché in quella "trash".

E adesso aspettiamo ansimanti il culendario della siura Brambilla.

Eccheccazzo, ci vuole la par condicio.

giovedì 15 novembre 2007

Farina degli Angelucci

Chi l'avrebbe mai detto che il mite Farina, pacioso talebano nostrano dedito al culto della Madonna, uomo pio e timorato di Dio e del Banana, ma evidentemente non timorato dell'Ufficio Italiano Cambi, avrebbe ceduto alla insopportabile leggerezza del bonifico estero su estero, che fa tanto Cesare Previti.

Patteggiatore convinto, radiato dall'album dei giornalisti e delle figurine Panini, degradato a impiegato, forse persino costretto a sedersi in ginocchia sui ceci in sala mensa, questo epigono di Fantozzi adesso dovrà spiegare cosa ci facevano 200.000 euri sonanti versatigli apparentemente dall'editore di "Libero" su un conto estero riconducibile a lui medesimo.

Chissà se anche la Madonna gliene chiederà conto un giorno (speriamo vicino).
E magari lo manderà a tener compagnia a quel suo lontano antenato... Farinata degli Uberti.

Amen.

martedì 13 novembre 2007

la fantasia degli italiani

Uno va in ferie 3 settimane e quando torna si aspetta qualche novità, che so, un ordigno nucleare scoppiato in Vaticano, un missile fuori controllo che s'infila nel didietro del Banana, invece no, le solite rapine in villa col morto ad opera di slavi, il solito omicidio di provincia ad opera del misterioso killer (sarà stato il maggiordomo?), il solito governicchio che va sotto al senato ma non cade mai, i soliti scontri tra tifosi con il martire della curva, il solito Mastella sempre al suo posto, la solita fuffa, i soliti culendari...

CHEPPALLE!


E fate qualcosa CAZZO, non si può andare avanti con questa roba già vista e rivista cento volte.

lunedì 15 ottobre 2007

Uno dei tanti perché l'Italia va a puttane

Omicidio colposo, non intenzionale.

Ora, le solite anime sprovvedute e candide, quelle che si commuovono sempre davanti a un cretino sulla soglia della galera, mi chiederanno:
"beh, ma se non l'ha fatto apposta, mica possiamo mandarlo in galera!".

A parte che un mesetto o due di galera magari gli servirebbe ad aprire un po' gli orizzonti, esistono comunque misure alternative ben più significative per questi stronzetti che capiscono solo di marmitte truccate e sgasate ad ogni semaforo.

Ad esempio, interdizione dal guidare un ciclomotore o un'automobile per 10 anni, anzi, invito a spostarsi in bicicletta, chissà che non gli si accenda un barlume di ragione in questi crani desolatamente vuoti.

E così, un bimbetto di 3 anni è morto e l'involontario omicida va a casa raggiante tra ali di folla.
Nessuno che gli dica "che cazzo di cretino sei".
Macché, baci, abbracci, è tornato il figliol prodigo, anzi, manco prodigo, neppure un'ombra di tristezza per aver combinato un'enormità.

Personalmente sono arcistufo di sentire queste storie dove sembra che tutto finisca sempre alla napoletana: "chi ha avuto avuto, chi ha dato dato, scurdammoce o' passato".

Ma chi l'ha detto che uno debba vedere crepare un figlio per colpa di due imbecilli come se niente fosse? Me lo dite dove CAZZO sta scritto?

Ah, le sono passato sopra con il camion? Mi scusi, non l'ho fatto apposta, ma non si preoccupi, parcheggio e vado a farmi visitare dal pissicologo.

MA CHE CAZZO STATE ADDI' ????

domenica 14 ottobre 2007

San Karolle facce o' miracolo

Pare che 'n Polonia hanno fatto un barbecu e uno ha fatta 'na foto alla fiamma che assomiglia ar Papa depprima.
E mò stanno addì, San Karolle ha fatto o'miracolo, aho', ma qui stamo in Polonia, nun stamo a Napule!

Apparte che amme me pare che assomija deppiù ar Papa Torsch, nommenommen, ma ce sarebbe da chiederse: macchejefrega?

No, perché ce stava un raduno pe' pregà 'sto ex-Papa e lui ha pensato bbene de fà 'na comparsata.
Aho', ma diteje chesse presenta da Prono Vespa, ce fa 'na odiens diescimila vorte mejo.

Cheppoi se io sarebbe Papa Torsch, me starei a' incazzà propio, maccome, mo' ce so io sulla sola Papale e quello se mette affà i miracoli tutti d'un colpo?
E nun poteva falli prima?

Ma soprattutto, ma nun potrebbe fà un miracolo utile, chesso, faje venì la diarrea a Bossi, faje annà 'n'arichide de traverzo ar cespuglio tecchesano, faje crollà er lifting ar Banana mentre che sta in eurovisione oppure faje venì le moroidi a Mastella?

Maddico io, co' tutto er bene checce sta da fà, se mette a giocà co i fiamiferi.

Ma faciteme o'piacere San Karolle!

Ammazza che scoperta!

Fino in California c'era bisogno d'andare, bastava chiederlo a me!

E adesso chi glielo dice alle orde di manager dallo stipendio di giada e dal SUV luccicante, che passano la loro vita a smistare posta elettronica?

sabato 13 ottobre 2007

Come si dirà praivasi in estone?

Fermo restando che i telefonini a scuola dovrebbero essere sempre spenti (ma non aveva emanato una circolare in proposito il ministro Fioroni?), vorrei capire lo strano concetto di privacy esistente in questo paese:

Un cretinetto filma una lezione di costruzioni (ammazza, ci sarà da morire per l'eccitazione...) e ora rischia di prendere fino a 18.000 euro di multa.

In compenso sulla home page di repubblica campeggia un brillante servizio fotografico su 2 simpatici estoni appollaiati in cima ad un ponte che si trastullano alla grande.

Vorrei capire come funziona, perché mi sembra ci sia una certa sproporzione tra i 18000 euro di multa per un filmino durante la lezione di costruzioni (chissà quali micidiali segreti si nascondono...) e gli 0 euro di multa per mandare in mondovisione lo spegnicandela della fantasiosa signorina.

In ogni caso, sapendo che ormai ci si attacca a queste puttanate, consiglio a tutti quelli che vengono ripresi senza permesso, ad esempio durante una partita, di fare causa alla Rai, a Mediaset e compagnia cantante.

Oh, mica vi hanno chiesto il permesso di riprendervi mentre fate "ciao mama!" o sbaglio?

giovedì 11 ottobre 2007

il vizietto di partito

È più forte di loro, non c'è nulla da fare.

Se c'è un vero denominatore comune in Forza Italia, è la surreale cafonaggine dei suoi rappresentanti.

L'ultima perla è di un noto esponente politico siciliano, probabilmente invidioso di non essere stato fatto saltare in aria, così forse ora potrebbe legittimamente aspirare all'agognato titolo:

"Benvenuti nell'aeroporto internazionale Micciché di Palermo" .

Peccato, speriamo sia per un'altra volta, anche se data la statura morale del personaggio, temo che al massimo gli si possa intitolare un circolo delle bocce.

Che poi, per uno che viene da studi matematici, dover chiamare "esponente" uno come Micciché è particolarmente fastidioso. L'esponente è qualcosa a cui si associa un'idea di elevazione, un tendere all'infinito, invece qui si tende all'infimo.

Si diceva della cafonaggine, perché bisogna ricordare l'altra perla, quella di Scajola, il famoso "rompicoglioni" affibiato a Marco Biagi che gli valse le dimissioni da un già impresentabile governicchio di bananieri a 24 carati.

Inutile ripercorrere le mille e una gaffe del parún da li beli braghi bianchi, troppe per entrare in un solo post ("la raccomanderò per un posto da kapò in un film che si sta girando!", "Rasmussen è il primo ministro più bello dell'Europa. Penso di presentarlo a mia moglie perchè è anche più bello di Cacciari..." e via citando idiozia dopo idiozia).

E farsa italiaaaa, è tempo di sfottereeee...

mercoledì 10 ottobre 2007

Avanti tutta, verso il medioevo

Stasera è succesa una cosa spiacevole: per un attimo mi sono quasi trovato d'accordo con Borghezio.

Si discuteva del burqa e dell'ordinanza dove si sostiene che nascondere il volto non viola la legge se lo si fa per motivi religiosi.

Dicevo del panico che mi aveva preso. Ma per fortuna è passato subito, quando il Mariolo nazionale, degnamente spalleggiato da Giullare Ferrara ha tirato fuori l'argomento come siamo avanti noi in Italia, al che ho tirato un sospirone di sollievo:
fiuuuu, noooooo, per fortuna sono rimasti i soliti cazzari di sempre.

Perché in effetti noi italiani siamo molto avanti, infatti non sono neanche passati 40 anni da quando fu abolito il delitto d'onore.
Non parliamo poi di come sia laico il nostro stato, dove ogni giorno viene propinato a reti unificate il pensiero papale e di vari sacerdoti in servizio permanente effettivo alla RAI.
O del fatto che si insegni religione a scuola a cominciare dalla scuola d'infanzia!
A tre anni lezione di religione, mi sembra assolutamente necessario.
MAVAFFANCULOVA!
Trovate un altro stato in europa se siete capaci dove succedano queste cose.

Quindi adesso, per motivi religiosi, è ammesso l'uso del burqa. Che poi è giusto se vogliamo.
Ma come, le suore sì e le mussulmane no?
E i passamontagna degli Ultras?
Cazzo, non è forse vera Fede quella nel Milan?
E se uno volesse girare nudo per motivi religiosi?

Ecco, lasciatemi almeno il piacere di essere il primo a congratularmi con il prefetto di Treviso per essere finalmente giunto nel medioevo.

Bravoooo! Braaaaavoooooooo!

Er peso daa sciemza

Ragà,
digiaaamogelo, se ne sentiva proprio la mancanza di un nucleo di superesperti per carcolare er peso massimo doo zaino (magari consulenti e mezzi parenti tanto pe' rimanè in tema de cronaca...)

Maaa quanno volemo mette un limite ar peso delle cazzate?

E il calcolo della dose media giornaliera di fuffa, nun lo volemo fà?

Se ve serve un esperto de cagate, modestamente...

martedì 9 ottobre 2007

Eran 344, eran giovani e forti e sono...consulenti

Tra il neoesperto in Kazakistan e gli ecoMostri del Pecorone Scaltro, ha tutta l'aria di essere un'allegra combriccola, degna della terza puntata della famosa pellicola di Dino Risi.

Immaginatevi questo piccolo esercito di formiche operose, intente a ponderare i grandi perché dell'umanità, tipo l'approfondimento delle specificità dei modelli anglosassoni (ma questo è figlio d'arte, essendo il figlio del grande Trasvolatore...) oppure l'analisi degli obiettivi del programma di governo, nel quale evidentemente nemmeno il prode ci capisce più un cazzo se ha bisogno di uno che glielo spieghi.

E tra gli esperti in Protezione della Natura e quelli in Salvaguardia Ambientale è lotta dura:
a chi toccherà alla fine raccogliere la cacca dal pratino?

E poi si indignano e dicono che bisogna ridurre il lavoro precario.

Ammazza oh, ma che li volete assumere pure a tempo pieno???

Vabbe', pe' stavolta lo "sticazzi" mettetecelo voi, che io mo' devo annà a fa 'na consulenza ar Mistero do sottosviluppo ergonomico, in qualità de esperto de Kagatestan.

lunedì 8 ottobre 2007

Il tenente Columbus

Ci eravamo illusi che avesse acquistato i soli biglietti di andata per N.Y., che, come ha tenuto a sottolineare il fenomenale Guardacavilli, stavolta ha pagato di tasca sua...

Peccato che le tasche sue siano prima di tutto le nostre, ma saremmo stati ben contenti di dare questo ultimo obolo per una giusta causa.

Invece pare che tornerà dopo il Columbus day.

Ma non prima di aver dichiarato in ceppalonivisione che "non si farà processare nelle piazze".

Sor Cleme', nun te preoccupà propio, a noi ce va bbene anche si patteggi.

E dopo le roboanti dichiarazioni sui pericoli di rinascita del terrorismo, speriamo solo che non se ne esca con: "l'oceano Atlantico mi ha molto deluso".

venerdì 5 ottobre 2007

Ecchessaranno mai quattro bamboccioni morti

De 'sto poro zingarello ce n'eravamo già occupati.
Pensa 'n po', s'ammazzava quattro orsi, magari je daveno l'ergastolo per davero.

Il 5 x mille alla ricerca

Ma io je darei pure il 9 per mille a 'sti sciemziato, armeno ce fanno ride...

Segnalo in particolare la bomba gay, l'unica in grado di coniugare finalmente le esigenze del pacifismo con la guerra, come nel famoso slogan "fate l'ammmore, non fate a' guera"

E se facessimo tutteddue?
Geniale

Il carnevale di Montesilvano

Dopo la multa ai viados in base al codice del 1931, si prevedono tempi bui per il carnevale...

Forza Taglia

"Non ci si può avventurare in proposte di riforma costituzionale"

Eppure, se c'era uno in grado di avventurasi era proprio lui, Don Abbondi, partito comunista e arrivato democristiano, al termine di una breve parabola che lo ha visto attraversare tutto l'arco costituzionale, ma che dico, il transatlantico, salvo una breve sosta alla buvette per rifocillarsi.

Comunque, come direbbe il buon Wolf, non mi sembra il caso di iniziare a farci pompini a vicenda soprattutto vedendo che al Senato ci sono focolai di resistenza a calare le braghe.

giovedì 4 ottobre 2007

Il pecorone scaltro

Maaaa, me la spiegata questa schizofrenia per la quale da una parte si pestano i piedi gridando allo scandalo, "in galera, in galera!", per i reati più stravaganti e poi, quando finalmente si tratta di mettere dentro il reo, tutti a stracciarsi le vesti, poverino, ma come, abbiate pietà! dalli al forcaiolo, giustizialista, retrogrado, plantigrado! (trattandosi di orsi...)
Tutti pronti a sottoscrivere indulti, amnistie, condoni tombali e semitombali, libertà condizionali fasulle e permessi premio (maddechè?!?), scarcerazioni facili e carcerazioni difficilissime e le nuove carceri servono soprattutto a foraggiare gli amici più che a risolvere annosi problemi.

Ma andate serenamente affanculo, va.

Nell'interesse del Paese

"la Chiesa non chiede privilegi ma di servire il Paese".
Omissis: ovviamente ci aspettiamo un adeguato rimborso spese...

lunedì 1 ottobre 2007

La dea della mota

Più che narcotrafficante, la definirei narcotraffigona!

Voi pensate a morire, al resto pensiamo noi

Un feretro è per sempre.

E mi era pure sorto il dubbio se dovesse trovarsi nella sezione "trash" o in quella "amatoriale".

Roba dell'altro mondo.

giovedì 27 settembre 2007

Vieni avanti Buscino

Se non fosse per le svariate decine di migliaia di morti, potremmo anche farci delle grasse risate per il livello subumano delle discussioni tra "capi di stato".

Per fortuna lui "è in pace con se stesso".

Ma so' j'artri che nun so' in pace collui.

Una bella figura anche quella di Aznar, una via di mezzo tra il maggiordomo e lo sciuscià.
Complimenti vivissimi.

mercoledì 26 settembre 2007

La classica goccia che ha fatto traboccare il water


Al simpatico ministro non è piaciuta la puntata di Ballarò, che, detto per inciso, sembrava un congresso di frenologia in onore di Lombroso: Belpietro, La Russa e altri residuati del Casino delle Libertà.

Infine, come in certi filmse ammericani, the special guest star: Mastella detto o' Trasvolatore.
Il quale oggi tuona parlando di "disegno della sinistra di Capalbio per fotterlo".

A' Maste', ma quale sinistra, ma quale Capalbio, ma quale disegno, quello t'o famo solo si nun riesci a trovà la porta da solo.

Tanto per dire che tipo sia, il poveruomo si consola con l'appoggio morale del Banana, il quale dichiara che oggi rivoterebbe l'indulto.
Ettecredo, sinno come lo tiravi fuori Previti?

Altro che vaffa-day, qua ce vole l'anno vaffatico.

'a dieta de Romano

A' Roma',
aivoja a snellì er governo, co' le panze chevve ritrovate ce vorebbe 'a ueituoccers artro che buvette de Montecitterio.
Mo' pare che de rimpasto nun se ne parla, mejo, magneteve solo 'n'insalata e poi tutti a' inforcà 'a bicicletta, pe' smaltì er polistirolo.

Un omo solo ar comando, er nome suo è Romano Prodi.

PS: occhio a quer manfrinaro der Mascella, quello è bbono de venì in elicottero affà 'a sgambata, pe' quistioni de sicurezza, se capisce.

Inclemente ma Stella

Hahahahaha, state avvede che mo' risulta che ce l'avemo mannato noi, er popolo itajiano sovrano, ar gran premio daa monaca de Monza, pe' premia' Alonzo detto Alonzo, fijo d'Alonzo.

Ammazza aho', solo noi riusciumo a mannà er ministro daa ingiustizia a premià er pilota che s'è fregato i segreti daa Ferari.

A' Maste', maaa 'sticazzi nun ce lo volemo mette?

Chissà perché, io ce lo vedrebbe bbene er Mascella a Ammammè.

Speramo solo che quanno l'ora s'avvicina i tunisino nun ce dicheno:
enno' rega', emmo' bbasta de mannarce 'sti fregnoni in esilio politico, sinnò ve riempimo co' n'artra mijonata de vucumprà!

Ennò eh!

Tutti a squola!

Rega', ve segnalo 'sta lodabbile inizzziativa, perché nun se finisce mai de imparà, anche si me rode un dubbio de fonno: era propio necessaro intervistalla?

Emme pare pure che l'aneurismo daa settimana (ahò, macchiè er parrucchiere tuo, Rambaldi?) ce casca come er faggiolo su aa cotica, come er pecorino su 'a fava, inzomma, ce semo capiti, no?

E vedete de nun fà brutte figure e de favve rimannà a settembre.

venerdì 21 settembre 2007

Sempre a proposito di Miss Italia...

Mi piace il taglio giornalistico che viene dato a questo imperdibile evento.

Fateci caso, se andate su Corriere.it, l'icona (riprodotta qui a lato) dietro cui si nasconde la galleria d'immagini rappresenta ben 3 culi di aspiranti Miss, di cui uno un po' basso, se vogliamo cavillare.

"E' la miss che traccia il solco, ma è il fondoschiena che la difende!"

Largo ai ggggiovani

Minchia raga', maaa il Mike pensate di imbalsamarlo per poterlo esibire a Miss Italia 2435 oppure possiamo sperare che qualche giovanotto di belle speranze, che so, uno fresco come Pippo Baudo, possa degnamente sostituirlo in questo difficilissimo compito?

Però mi piace questa Goggi, è un volto nuovo, si vede che ha un grande futuro alle spalle.

Attenzione, c'è un pazzo che guida contromano...

Uno? Saranno cento!

- Che fa, concilia?
- Ue' belin, mi sun deputato de Zena!
- Ah ci scusi eh!

giovedì 20 settembre 2007

Sic transit gloria mundi

Fra qualche anno probabilmente nessuno si ricorderà più perché il governo Prodi si estinse come una candela, con grande sollievo di molti.
E' bene cominciare ad archiviare qualche faccenduola, in modo appunto da potersene ricordare quando altri governicchi folkrostici ripercorreranno immancabilmente gli stessi sentieri di bassezza e mediocrità.

Una di queste vicende, di grandissimo valore politico, ma di nessun valore pratico per la gggente, è la querelle con il Generale della GdF Speciale, sulla quale la magistratura ha posto la parola fine con una decisione di quelle che sembrano fatte apposta per far incazzare tutti, formiche comprese.

"La condotta del Ministro Visco fu illegittima, non illecita".

Minchia raga', quando si tratta di spaccare il pelo in sedici, fatemi andare a prendere il Devoto Oli per capire dove sta la jota differentia.

Per i non capenti, ecco un bignami della vicenda:

Visco chiede a Speciale di trasferire quattro ufficiali (si sa, le solite indagini poco gradite...)
Speciale prima nicchia poi s'incazza, anche se non è una formica, e fa la gola profonda passando o facendo passare un dossier anonimo sul caso Unipol (altra bella perla dei DS...) al Giornale. Complimenti per il tocco de classe Generà!
Visco s'incazza il doppio e accusa Speciale di essere la gola profonda e chiede al governo di destituirlo.
Il Governo manda in parlamento Padoa Schioppa a sparare a zero su Speciale, dopo di che, tra lo stupore di tutti, offre a Speciale una poltrona alla Corte dei Conti (!), mica pizza e fichi.
Speciale si dimette e querela Visco, ma la magistratura decide come ha deciso e cioé che le pressioni su Speciale non sono un reato ma solo una porcata.
E il legale di Visco si congratula abbastanza onanisticamente con la magistratura... forse sta pensando: "meglio una bella figura di merda che un brutto processo".
Contento lui.

mercoledì 19 settembre 2007

Avvistato Mastella, affondato Capecchi

V'avevo detto che avevo inviato una dura protesta a Palazzo Chigi e preteso le dimissioni di Mastella?

Ebbene, è andata a finire come nell'immortale pellicola "Operazione sottoveste", quando Cary Grant, comandante del sommergibile avvista la nave da affondare (Mastella, come stazza ci siamo) ma una spinta involontaria della futura sposa provoca lo sgancio del siluro in anticipo, col risultato di affondare un trascurabile camion sulla spiaggia (il malcapitato Capecchi).

Cosa volete che vi dica, rimane pur sempre un grande film.

il costo della casta

E sticazzi nun ce lo volemo mette ragà?

martedì 18 settembre 2007

Dalle Alpi al Manzanarre, dalle vacche a windows media player

Non so se il signor William C. Gates mi ascolti, ma sappia che, stranamente e solo per questa volta, gode di tutta la mia simpatia e solidarietà.

Se il buon Prodi si è affrettato a portare la sua solidarietà al povero Mastella, ingiustamente attaccato per aver mobilitato esercito ed aeronautica (per motivi di sicurezza sia chiaro, chissà perché non è stata allertata anche la Marina...) durante la scampagnata a Monza a spese del contribuente, io, più modestamente, offro il mio sostegno al ragazzone di Seattle.

Ieri infatti l'unione europea, un organismo che di solito si misura con problemi esistenziali tipo quanto latte deve fare una mucca o quanto burro di cacao debba esserci nella cioccolata, ma che stranamente ancora non si è ancora pronunciata sulla percentuale di patate nei gnocchi, gli ha affibiato un bel multone di quasi mezzo miliardo di euro perché dentro a Windows ha messo il Media Player, che, non rimanga tra noi, è una discreta cagata di programma.

Già così sembra una tesi a dir poco sgangherata, ma le motivazione sono, se possibile, ancora più esilaranti:

la presenza di Windows Media Player infatti, secondo gli esperti dell'Unione, costituisce un disincentivo per l'utente ad usare prodotti analoghi della concorrenza. Infatti se aprite un sito come Tucows alla voce "media player" vi verranno elencate solo una cinquantina di alternative.
Orrore!

Quindi, ragionando allo stesso modo, possiamo concludere che:
  • i supermercati sono fuori legge perché, mettendo insieme detersivi e verdura, casalinghi ed elettronica, disincentivano l'acquirente ad andarseli a comprare altrove, tipo nella bottega sottocasa.
  • i costruttori di automobili sono fuorilegge perché inserendo l'airbag di serie disincentivano le imprese funebri.
  • i produttori di profilattici sono fuorilegge perché disincentivano le nascite il che si riflette MOLTO negativamente sul PIL.
  • la RAI è fuorilegge perché inserendo Prono Vespa nel palinsesto disincentiva la gente ad ascoltare le puttanate su un altro canale.
  • Umilio Fede è fuorilegge perché nel suo telegiornale concentra il triplo di stronzate di tutti gli altri telegiornali messi insieme e disincentiva gli elettori di sinistra, già duramente provati dai loro stessi rappresentanti.
Il secondo punto, non meno idiota, è che Microsoft è colpevole di non aver dato libero accesso ai propri sorgenti, manco stessimo parlando di open source. Insomma Bill Gates paga gli stipendi ai programmatori e poi, facendo harakiri, passa i sorgenti alla Oracle o a IBM o viceversa in modo che la concorrenza possa trarne beneficio.

Mentre si condanna la Mc Laren per aver illegalmente visto "i sorgenti" della Ferrari, dall'altra parte si condanna la Microsoft per non averli resi disponibili a chi sa chi.
E questa, secondo qualche frescone della UE, si chiamerebbe la vera "libera concorrenza".

Ideona!
Fatemi telefonare al vicino di casa con la moglie bona:
- senti perché non mi mandi tua moglie, oh, bada bene, non si tratta di corna, si tratta di "libero mercato"!

E mentre tutto ciò avviene, è un florilegio di pompini a vicenda tra ex-commissari, sedicenti esperti di informatica che, non avendo di meglio da fare, scribacchiano sui giornali e godono abbastanza onanisticamente per il multone, che il buon Bill può tranquillamente pagare di tasca sua con un bancomat e senza manco accorgersi della differenza.

Con degli esperti di software così, chi ha bisogno dei cazzoni?

lunedì 17 settembre 2007

Che famo, piagniamo o ridemo?

Aho' regà, stamo apposto, j'hanno dato i domiciliari a un nomade.

Er prossimo passo sarà de condannà i ladri ai lavori forzati in banca.

Cresce er PIL e nun solo...

bbone notizzie dar circo mediatico, dopo 'na incomprensibbbile pausa de 9 mesi, è ripresa la stagggione dei culendari...

So' partiti pe' primi j'inglesi perché chiaramente loro ce stanno 'n'ora indietro.

Nun ho capito chissò 'ste ollioche, però me pare così a occhio e croce, checce ne stanno du' o tre co' parecchie ore de volo sulle spalle.

Speramo bbbene e che Iddio ce la mandi bbbona.

Evviva il progresso

Finalmente una donna postulatore!

Ne sentivamo la mancanza.

Anche se io sarei più per il cannoneggiamento indiscriminato che per la canonizzazione.

venerdì 14 settembre 2007

Clemente nell'alto dei cieli

Ryanair punta su Malpensa, Mastella invece punta dritto su Monza...

Vegeto ergo sum

Arriecchelo er Papa con un bell'outing sullo stato vegetativo.
Lui sì che se ne intende, dato che si trova nello Stato Vegetativo per definizione, cioé lo stato Vaticano.

Infine, non pago di vegetare, la richiesta di porre fine alle sofferenze delle popolazioni del Darfur.
- A' Benede', cheffamo, je sganciamo l'atomica su 'a capoccia o se limitamo a staccaje 'a spina?

mercoledì 12 settembre 2007

Un vibratore è per sempre o almeno finché durano le pile

Quando Madonna disse: ebbasta coi soliti regalini del cazzo!

Auto-erotismo

Aho, so' de coccio però finaalmente j'hanno fatta a capì che de 'ste stracazzo de automobbili nun ce ne po' fregà de meno, ma dee stragnocche sì!

E se eravamo in tre, te menavamo in tre...

Non è chiaro se la Farnesina abbia protestato per la scarcerazione prematura o per la lievità delle percosse, fatto sta che il simpatico capobranco leghista al parlamento europeo è stato malmenato dai solerti gendarmi belgi.

A questo punto una domanda esistenziale s'impone:

- ma, allora Dio esiste?

O forse i gendarmi belgi sono degli insospettabili ammiratori del film-cult degli anni '70 "Riusciranno i nostri eroi a ritrovare l'amico misteriosamente scomparso in Africa ?"

Giù le mano dar peyote!

Nun zo voi, ma io sto preoccupatissimo.

Ma nun se poteva estingue Borghezio anvece?

giovedì 6 settembre 2007

mercoledì 5 settembre 2007

te sciò mast go to dai killed

Emmorto Giggi Sabbani de'n coccolone.
Emmorta Luciana Turina de'n coccolone.
Emmorto pure Castagna, bello de fori, ma con dentro la magagna.

A Frabbizio Corona invece manco 'na colichetta, 'no sternuto, un pestone su un callo, 'na cacca de piccione in testa.

Io 'sto Dio nun lo capisco.

Er sajo nun fa er monaco

Maddeche aho', vo dico io come se fa attrovà er sajo bbono de San Francesco, è quello co' le cacchette de piccione, dato che er santo passave 'eggiornate apparlà co' j'uccelli.

la cravatta fa l'omo informatico

Essendo io der ramo informadigo propiamente detto, ultimamente notavo che quanno m'arivano j'inviti alle conferenze de j'americani, ce stanno sempre 'ste foto de tennici in majetta e ginz, mentre che quanno me mannano j'inviti j'itajani, ce stanno sempre 'sti imbriachi in giacca e cravatta.

Tenendo presente quindi che j'americani stanno ar vertice daa scala e noantri stamo in fonno insieme a j'abbboriggeni, epperò j'abboriggeni la cravatta la usano solo pe' strozzà i rompicojoni, me sorge er dubbio che quello che ce frega sia 'sta cazzo de cravatta.

Cheppoi c'è pure er rischio d'esse scambiati pe' bancari.

Orore!

Raggione percui veggiro un paro de domande facile facile:

"ma chessaa mettono affà la giacca i tennici der compiute?"
"ma ando cazzo stavi, ar matrimonio de tu cugggino?"
"macchecazzo 'stai affà, 'na paggina uebbe o na sfilata de moda?"
"ma pecché nun te ce strozzi te e Valentino co' sta cravatta?"

Semme volete da' na risposta oddue, er bloggher ve ne sarebbe ingrato.

lunedì 3 settembre 2007

Per fortuna Dio ha le spalle larghe

"Ho pianto molto sulla spalla di Dio"

Aho', se mettiamo in un libro solo i nomi di quelli che ha fatto piangere lui, non ci basta l'enciclopedia Britannica.

venerdì 31 agosto 2007

Chi siamo, da dove veniamo, ma soprattutto, quanno ve n'annate?

Arzi la mano chi c'era prima der bigbenne.
Silvio! Tira giù quaa mano, chette la tajio!

un vero miss-credente

E' un mio limite, lo riconosco, ma io nel ruolo terapeutico della gnocca ce credo profondamente.

Tutti casa e famija

Mo' è sartato fori che ce stanno alcuni coleghi de Montecitterio che se so' comprati chi 'na modesta casetta al Parioli, chi un modesto superattico, chi un mezzo piano de un palazzo tramite 'na società de comodo che poi l'ha girato in usomarpione.

Me sembra normale, anzi legggittimo, che dico, doveroso.

Prima de tutto perché 'sti poracci nun so' bituati a pagare le tasse come tutti l'artri.
Eppoi perché er politico c'ha da mantené un certo stilo de vita, 'na moje, du' amanti, svariati portabborse, l'autobblù, la manicure, so' cose che costano, mica po' anna' in giro co' le pezze ar culo o fa un mutuo come a' gggente anormale.

Insomma, io nun ce trovo niente de scandaloso, anzi, me sembra er minimo pecchì percepisce na miseria de 4000 e rotti euri ar mese de contribbbbuto telefonico. Macché stamo a scherzà? Con quattromila euri de telefono nun ce pago manco gli essemmesse po' oroscopo emme vengono a rompe i cojoni pecché me so' comprato ar ribbbasso du' piani de un palazzotto che manco se vede co' gugolert?

Vojiamo dillo? Eddigiamogelo signora, i scandali so' benartri, tipo er rigore dato a' giuventus o 'sti zozzoni de sportivi che vanno a vive a Montecarlo. Ma nun potrebbero evade qua come tutti j'artri?

Oh, mo' l'ho detta e me sento mejo, passame er caviale cor sciampagn, Gigge', me serve quarcheccosa chemm'aiuta a manna' giù queste ingiuste campagne diffamatorie.

er piccolo Cesare: veni, vidi, ICI

Ner caso ve foste già dimenticato de quanto era bbono er governo der Banana, soprattutto co' i preti, piucché co' j'itajani, fateve un ripasso, che male nun ve fa.

Tacchi, dadi e datteri

Stamattina il corriere parte in tromba con un articolonzo sui tacchi alti.

Il mio chiropratico di fiducia, ne rimarrebbe orripilato, essendo un appassionato fotografo delle scarpe delle sue pazienti, come potete constatare guardando la galleria delle foto.

Sui danni più o meno reversibili alla colonna vertebrale, nemmeno un accenno, ma non c'è da stupirsi, la Moda ha la precedenza, ci mancherebbe.

Si facesse come con le sigarette, stampando sulla tomaia:

il tacco nuoce gravemente alla salute!

Quante divisioni ha Mastella?

Ieri er Banana è annato a trovà n'artro bbono, Credente Mascella, detto er Guardacavilli.



Dicheno che se so' divertiti a raccontasse barzellette, tra le quaglie la mijore è stata quella su a legge elettorale inventata da Grapparoli.


In realtà er Banana era annato pe' vede se riusciva a traghetta' er Mascella sull'acheronte, ma Caron dimonio nun lo mollava e s'è dovuto arende de fronte a 'st'omo tutto d'un pezzo.



Visto che ormai s'era fatta na certa, i due se sono scofanati tre primi e quattro secondi e 'na mezza cassa de Falanghina, perché se sa, a stare all'opposizzzione viene fame e sete e chi nun magna en compagnia....

La svolta del partito democratico

Ve raccomanno la vignetta de Giannelli sur Coriere de stamatina.

giovedì 30 agosto 2007

Lasciate che gli euri vengano a me

Sulla nota vicenda dei finanziamenti alla Chiesa, intervento a gamba tesa der Cardinale Garlasco:

- "Si riconosca l'opera sociale della Chiesa!"
- "Anfatti Cardina', so' 930 mijoni de euri. Che fa, concilia?"

In medium stat virtus

Rega',
finalmente c'abiamo er supertestimone, mo' ce penza lui a scoprì er kille de Bagnasco.
Finalmente se fa sur serio, ahò, mica pizza e fichi, so' arivati i meddiums.

- Driiin
- Pronto, diga.
- !$%!!
- Ah! Me deve de scusa' eminenz me so' confuso Bagnasco co' Garlasco. Emmadonna come siete pignoli, mo' lo cambio!

Mannaggia la zozza oh, 'sti porporati chesse chiamano come n'omicidio me fanno confonne!

il monito del Papa

Maccome?

Una volta i roghi li faceva appiccare lui con tanto di presunto eretico o presunta strega sopra e mo' li condanna?

Ma in che mondo viviamo, non ci si può più fidare di nessuno.

mercoledì 29 agosto 2007

Avvenire c'è il rischio che te metto incinta

Le croniche riportano un esplicito invito rivolto ar governo de 'sto cazzo de Paese da parte dei vescovi, quelli cor mitra in testa pe' capicce, sulla prestigggiosa rivista scientifica "Avvenire":

La legge 194 è vecchia di trentanni e bisogna rifaje "er tajiando".

Aho', ma che e', mo' per fa' n'abborto bisogna anna' all'Aci?

E sticazzi, scusassero, la Bibbia è vecchia de dumila e ancora state a cavilla' se la Madonna era vergine e se gli angeli c'hanno le ali o le palle a forma de Zeppelin, ma che state a aspetta', j'incentivi der governo paaa rottammazzzione?

il tergicristo

Ma siamo sicuri che co' l'aresto dei lavavetro se risolve 'a piaga dei semafori?

No, fateme capi', perché me risulta che 'sto governo ha appena vuotato 'e carceri de papponi, drogati, ladri, avocati de grido ultrasettantenni, vortagabbana, fijidenamignotta, borseggiatori, bracconieri, evasori, bardracche ed ecse-ministri vari e pe' fa che?
Pe' riempille di 'sti poveri tergicristi!

Almeno questi so' gli unici che fanno finta de lavora'.
Ah ecco, dev'esse questo er motivo.

il Re Sole

Aveva giurato che sarebbe stato diverso, più concreto, meno farfallone, ma appena tolti i punti di sutura, ha pensato bene di impallinare l'ennesima velina.

Conquistandola con una camomilla.
O era una massiccia dose di sonnifero?

Insomma per il trombeur de femmes Brizzolatore, il sole sembra non tramontare mai.

C'e' da trombare una? Pronto intervento passera!

E allora vai Briato', facce sogna', daje de zifonella alla cavallona che oggi ce sei e domani nun se sa.

Vi raccomando in particolare i nomi scelti per i tre futuri rampolli, Kenia India e Falcon.
Mancano all'appello Alfa, Bravo Charlie e Zulu. E forse anche Oscar Papa.

In compenso la procace Gregorace si autodefinisce "normale".
Sticazzi!

E se eri anormale i figli come li chiamavi, "Tarzan, Cita e Bokassa"?

A' Gregora', ma che caaaazzo stai a di'?????



PS: una vera leccornia: il Corriere memorizza questo articolo come "pollo.shtml", forse in omaggio all'autrice dell'inglorioso pezzo o forse come tributo all'insano gesto del patriota.

martedì 28 agosto 2007

Con l'ottopermille avete fatto tanto per la Chiesa. Forse troppo.

Finirà in niente, ma la soddisfazione è enorme.

Calcio d'inizio

Per fortuna è ricominciato il campionato di calcio.

Quest'anno con una grossa novità, anziché perdere tempo col pallone, si calcia direttamente 'n culo.

Un viagra per amico

Il bacio?
Un apostrofo blu tra le parole "Te trombo!".

Si noti in particolare la poesia dell'ultimo paragrafo:

Ma chissà: per milioni di donne abituate a mariti che terminato l'atto sessuale si girano dall'altra parte, o chiedono cosa c'è in televisione, la "pillola blu" potrebbe diventare l'ultima speranza di ricevere una coccola, un abbraccio, un bacetto dopo il coito.

Aho', ma tu come fai a sape' che so' milioni, chemme stai a spiaaa'?!?!?

Pubblicità Progresso

Dio ama anche te. Digli di smettere!

Papa Torsch XVI

'sto Papa me ricorda Torsch l'Alemanno, non per la parlata che fa tanto Paolo Villaggio nei panni del mitico personaggio in Brancaleone alle Crociate, ma perché, come Torsch, tiene sei fazze come uno dado.

"Meine Name ist Torsch XVI und tunzun kunzun funz!"

traduxion de Panigotto da Venegia, gran viagiator:

el g'ha dito che se ciama Torsch Sedicesimo e che la mesa g'ha de ser deta en latino e che a la Ciesa Catolica no ghe importa una madona se'l popolo non capixe un caxo, ansi, mejo, che tanto no gh'è da capir un'ostia perché xe domila ani che i conta la stesa fola e se no te g'ha capio a st'ora vole dir che ti xe un mona.

- tante cose ha diciuto?
- beh, eco, mi g'ho riasunto.

Attenzion nella vallata, c'e' Ruini in picchiata!

Rimango sempre estasiato quando leggo della multiforme inventiva delle gerarchie cattoliche.

L'ultima novità sono i voli charter a Lourdes.

Pacchetto all-inclusive, con diritto ad un miracolo di terza categoria, 500 Euro con Mastercard.

Un miracolo non ha prezzo,
per tutto il resto c'e'.... Ruini.

lunedì 27 agosto 2007

a' Ferari ha fatto 'a doppietta

ahò pure io l'ho fatta ieri, però nun è che me metto a sventolà le mutande fori daa finestra.

Serve un tennico?



Si ve serve un tennico, uno der ramo, de quelli che s'arangeno, de quelli bbravi che ve repara a' lavatrice, 'e sedie, 'n satellite orbitante 'ntorno a Marte e magari po' da' n'aggiustata pure 'a moje, io ne conosco uno bbono.

Prezzi modici.

Cominciamo bbbene

Il senatur Bossi parla, anzi, farfuglia di fucili.

C'è sempre la speranza che gli parta un colpo per sbaglio, mentre pulisce la canna.
Google