giovedì 8 maggio 2008

L'Italia è una Repubblica fondata sulle banane

Nuntio vobis magnum algida: habemus bananas!

Finalmente, il cosiddetto governo-lampo, nel senso della cerniera perennemente abbassata per mostrare a tutti che qualcuno ce l'ha duro, anche se in realtà non è duro, è solo secco...

Lasciamo da parte la critica politica, che tanto non ce ne può fregà de meno, alla fine quello che frega all'italiota medio è: 
  1. riuscirò a comprare il SUV più grosso e nuovo di quello di quello stronzo del vicino?
  2. riuscirò a comprare il nuovo modello di occhiali di Dolce e Gabbana? (che fra l'altro non se la devono passare poi così bene se in due guadagnano neanche la metà della Littizzetto...)
  3. riuscirò ad andare in ferie in Sardegna senza dover fare un prestito anche quest'anno?

Per rispondere agli urgenti problemi degli italiani, il Banana schiera la seguente formazione a catenaccio:

In porta a prendere gli schiaffi, come sempre, l'aitante Diomaiuti.
Sotto il segretario, niente: Scendi-Letta, tra tutti, almeno uno presentabile in società ci vuole eh!
Ambiente: Prestigiacobino. In effetti come bella statuina ravviva molto l'ambiente.
Giustizia: Al Fano, non Al Bano come avevano capito alcuni, serve un abbborigggeno che capisca i pizzini, perdio!
Economia: Stranamonti, compianto estensore della finanziaria fine-di-mondo, quello che l'altra volta si dimise perché non andava d'accordo con il maggiordomo Fini.
Difesa: La Fuffa. La difesa a chi? A NOI!
Esteri: Fra' Tini. Deve finire il corso d'inglese rimasto a metà, tra l'altro già pagato...
Interni: Maroni. Ci voleva uno che ce li avesse almeno nel nome...
Riforme: Boss(ol)i. L'uomo dal grilletto difficile. Lima il mirino Umberto, lima il mirino! 
Semplificazione:Grapparoli. E dopo la legge porcellum, vennero i tagli ad minchiam.
Scuola e Università: don(na) Gelmini, la pettinatura c'è, il tailleur anche, il crocefisso d'oro pure, speriamo faccia la sua ... figura in Vaticano!
Rapporti incestuosi col parlamento: Elio Vito e le storielle tese. L'omminicchio giusto al posticchio giusto.
Infrastrutture: conte Matteoli-Mascetti come fosse antani per lei. Come infrastruttura lui, non infrastruttura nessuno.
Beni Culturali: don Abbondi, d'altronde, con tutte le chiese che c'abbiamo, un parroco può sempre servire...
Politiche agricole: Zia, ma si pronuncia Zaia, lo spaventapassere.
Politiche extracomunitarie: Ron... chi? Bella cravatta dottò.
Sviluppo economico: Scalognja. E se non ti sviluppi, ti spezzo le braccine come al G8, rompicoglioni!
Welfare: Un Saccone bello. Dotato di un discreto girovita, se non lo sa lui cosa sia il welfare!
Rapporti prematrimoniali con le regioni: Fitto, perché è un giovanotto serio, è uno che studia... che deve prendersi una laura... punto, due punti! massì, adbundantis in adbundandum.
Innovazione: Brunetta dei Ricchi e Poveri. Priorità numero uno, alzare i tacchi delle scarpe e abbassare la statura media del governo.
Politiche giovanili: Meloni, chi se non una bella fuori corso (a 31 anni, mo va a laurà!) per rimpiazzare la Melondrina? Primo ambizioso obiettivo: trovare un nuovo parrucchiere.
Pari opportunità: Carfagna. La donna è come la castagna, bella de fori e drento... la Carfagna. Comunque voglio vedere chi dice di no a una con due tette così.
Attuazione programma: G.Rotondi, nomen omen, l'unico che sappia come far quadrare il cerchio della botte con dentro la moglie ubriaca.

E sopra tutti e soprattutto, LUI, il faraone, Ber-Lus-Kha-Mun, solo che gli egiziani i faraoni li imbalsamavano dopo morti, invece lui s'è fatto imbalsamare prima per resistere più a lungo.

Buon ventennio a tutti, soprattutto alla sinistra che è riuscita nella difficile impresa di perdere contro questi qui.
Complimenti vivissimi, i sudditi ringraziano.

4 commenti:

cugignoma ha detto...

Bella presentazione della triste squadra.
Ziby non ha esagerato sul tuo conto.

Ziby ha detto...

Chi, io?

Ehm, per tua norma anch'io ho preso il pezzo di carta a 31 anni.

T'è sfuggito che l'Altero Matteoli è passato da un governo all'altro dall'Ambiente alle Infrastrutture.
No, fermi: ma le Infrastrutture non son quelle che rovinano l'ambiente?

Comunque sia, vergognati: scrivi post senza il necessario contraddittorio.

Torquemada ha detto...

Zibbbì, ma io aborro il contraddittorio perché di solito basto e avanzo da solo a contraddirmi.

Per esempio, tempo fa avevo previsto che Mastella si sarebbe candidato e invece mi ha tirato la fregatura.
Pensa a che livelli arriva uno pur di farmi passare per stronzo.

Comunque tu il pezzo di carta l'hai preso, seppure dopo aver circumnavigato l'intero emiciclo delle facoltà umanistico scientifiche, lei invece sta sempre lì a sciemze politichesi come un pesce rosso in un acquario.

E comunque sia chiaro che questa risposta annulla e contraddice tutte le precedenti.

Tiè! ;-)

PS: senti, quanto hai 5 minuti, potremmo fare causa al famigerato sponsor della giuventus?

Torquemada ha detto...

Cugignoma,
parlerò solo in presenza del mio avocheto.

Ziby, glielo dica lei.

Google